1 stuzzicadenti X Jarry

"Alfred Jarry ebbe una fine curiosa, come la sua vita e il suo spirito. All'ultima visita che gli feci, gli chiesi se desiderasse qualcosa; i suoi occhi si animarono: c'era in effetti qualcosa che gli avrebbe fatto un gran piacere. Gli assicurai che lo avrebbe avuto immediatamente. Parlò: questo qualcosa era uno stuzzicadenti. Uscii immediatamente per andare a comprargliene e gliene riportai tutto un pacchetto. Ne prese uno tra due dita della sua mano destra. Il suo volto esprimeva una gioia visibile. Sembrò sentirsi improvvisamente a suo agio, come in uno dei suoi pomeriggi dedicati alla pesca, al canottaggio o alla bicicletta, i suoi tre sport preferiti. Avevo appena fatto qualche passo per parlare con l'infermiera che questa mi fece segno di girarmi: e spirò".
Queste sono le parole di Jean Saltas, amico di Alfred Jarry, che hanno ispirato il Collage de 'Pataphysique, Istituto Indipendente e Autonomo, a realizzare una mostra in memoria dell’ultimo desiderio di Alfred Jarry. Artisti visivi e scrittori, cultori della Patafisica, sono stati invitati ad intervenire sul tema dello stuzzicadenti con soluzioni immaginarie.

 

Con opere di Afro Somenzari, Alain De Clerck,

Alessio Balduzzi, Alphonse Ferrara, Andrea Alberti, André Stas, Bruno Bontempo, Capitaine Lonchamps, Carlo Battisti, Cecilia Guastaroba, Chiara Fabbri Colabich, Claudio Cominelli, Daniel Madrid, Emily Joe, Ezia Mitolo, Fabienne Guerens, Gerardo Di Fiore, Georgina Soler, Gigi Conti, Giuseppe Schifani, Gretel Fehr, Guillaume Po, Gyury Macsai, I Santini Del Prete, Jacques Lizène, Luc Fierens,

Malek Pansera, Marc Decimo, Marilù Cattaneo, Marco Baj, Marco Maiocchi, Mario de Carolis, Mario Persico,

Massimo Pisani, Michel Fourquet, Muriel Zanardi,

Max-o-matic, Paolo Albani, Patrizia Diamante,

Pino Guzzonato, Pol Pierart, Riewert Ehrich, Ruggero Maggi, Tania Lorandi, The Big Bosse de Nage, Thieri Foulc, Toni Navarro.

Hotel Pommeraye, Nantes Francia
Hotel Pommeraye, Nantes Francia
Point Jaune, St. Gallen CH
Point Jaune, St. Gallen CH

Oggi è il Capodanno patafisico, si brinda con gli stuzzicadenti

 

Il carattere di fondo dei patafisici è la miscela di erudizione e ironia: se si è solo ironici o solo eruditi non si è patafisici genuini. Ho conosciuto persone che sapevano tutto della patafisica ma non avevano il dono dell’ironia. Ne ho conosciuto altre molto ironiche ma analfabete. Non erano, codesti, patafisici: quelli veri sono persone che abbinano erudizione, estro ed ironia, in linea con la poetica di Alfred Jarry (1873-1907), il fondatore.
Scrittore occulto e caliginoso, intelletto senza il quale non si potrebbero capire dadaismo e surrealismo, Jarry fondò la patafisica adducendo come ragione essenziale che «ce n’era un gran bisogno». E sulla scia partorì l’immortale Ubu Re e il dottor Faustroll, colui che definisce questa nuova disciplina «scienza delle soluzioni immaginarie e delle leggi che regolano le eccezioni», che poi sono la norma. Per dare ordine e continuità alla scienza, nel 1948 nacque nel retrobottega di una libreria parigina il Collegio di Patafisica. Avviato da alte personalità tra cui i titoli si sprecavano (Satrapo, Magnificenza, Imperatore ecc.), vi spiccarono nomi come Queneau, Vian o Ionesco. Ma sulla scia di Parigi, varie emanazioni si sono avute in Europa: in Italia tutta una serie di istituti è stata ispirata da Enrico Baj, fecondo artista e patafisico di rango che ci ha lasciato nel 2003 (ricordo solo l’Istituto Patafisico Mediolanense sorto nel 1963).
Oggi è in vita, e particolarmente attivo, il Collage de Pathaphysique, che sebbene abbia un sonoro nome francese è creatura assai italiana, ideata e saldamente guidata da Tania Lorandi, artista immaginifica e animatrice di macchine celibi che vive sul lago d’Iseo. L’istituto si chiama Collage e non College perché incolla tra loro decine di artisti, scrittori e qualche bighellone. L’importante, come detto sopra, è che tutti vivano in una miscela di saperi e di ironia. E tra i doveri dei «collagiali» sta anche quello di interrogarsi sui temi della vita e della poetica del fondatore Jarry, tra le cui stranezze biografiche c’è la seguente. In punto di morte, alla domanda se desiderasse qualcosa, ebbe un guizzo degli occhi e disse che sì, in effetti c’era qualcosa che gli avrebbe fatto piacere: uno stuzzicadenti. Quando lo stecchino gli fu dato, lo strinse tra le dita, ebbe appena il tempo di esprimere gioia e spirò. Era l’1 novembre 1907.
Lo stuzzicadenti è diventato da quel momento un elemento simbolico forte, un oggetto di culto e di studio per ogni patafisico. E dunque il Collage ha pensato di studiarne il senso mediante un fascicolo che raccoglie testi di un drappello di odierni patafisici e con una mostra d’arte che ha lo stuzzicadenti come oggetto di riferimento. E ha pensato di farlo in coincidenza col primo giorno dell’anno patafisico, quell’8 settembre in cui Jarry nacque e che, per il calendario patafisico, corrisponde al Primo del mese di Assoluto dell’Era Patafisica.
A partire dalle ore 19 di oggi (vale a dire il Primo Assoluto dell’anno 138: Jarry nacque nel 1873) l’appuntamento è a Milano, Galleria d’Arte Derbylius (via Pietro Custodi 16), per il rito del ricordo: la mostra «1 Stuzzicadenti X Jarry» curata dalla Lorandi. Si visitano le tante soluzioni - immaginarie e immaginifiche - che gli artisti hanno proposto intervenendo sul tema dello stuzzicadenti e della patafisica in generale. Sarà anche l’occasione, oltre a toccare con mano questa scienza segreta, per fare la conoscenza con la (scarsa) editoria di settore (tra cui segnalo un elegante periodico di fresca nascita: Platypus). Non resta che avvisare chiunque volesse far parte del mondo della patafisica di non compiere assolutamente alcun passo. Gli statuti della scienza sono chiari: se qualcuno chiede di «entrare» non è un vero patafisico. Lo si è nel fondo dell’anima, e prima o poi qualcuno della gerarchia se ne accorgerà e coopterà. Abbiate ogni speranza, o voi che entrate.
ATELIER DIAMANTE
ATELIER DIAMANTE
NEWS! Federico e Giulietta oil on canvas 50 x 50
NEWS! Federico e Giulietta oil on canvas 50 x 50
Mischia di rugby, olio su tela 1 mt. x 80
Mischia di rugby, olio su tela 1 mt. x 80
Martin Castrogiovanni scatenato, olio su tela 1 mt. x 80
Martin Castrogiovanni scatenato, olio su tela 1 mt. x 80
Ritratto di giovane signora siciliana, grafite su carta 2017
Ritratto di giovane signora siciliana, grafite su carta 2017
ritratto di mio figlio, * my son's portrait, 2017
ritratto di mio figlio, * my son's portrait, 2017
Eclissi di Rugby, olio su tela 50 x 70. 2016
Eclissi di Rugby, olio su tela 50 x 70. 2016
Edith Piaf, la France. Winner first prize, oil on canvas 2016
Edith Piaf, la France. Winner first prize, oil on canvas 2016
Raffaella, olio su tela. 2015
Raffaella, olio su tela. 2015
Michela, disegno su carta, tecnica mista. 2016
Michela, disegno su carta, tecnica mista. 2016
Marco, ritratto a carboncino 2017
Marco, ritratto a carboncino 2017
Michela Sburlati vestita per la Tosca, olio su tela 2008
Michela Sburlati vestita per la Tosca, olio su tela 2008
Piccolo ritratto, matita su carta. 2016
Piccolo ritratto, matita su carta. 2016
Napalm Janis, acrilico e olio su tela. 1991
Napalm Janis, acrilico e olio su tela. 1991
Ragazzo con il flauto - olio su tela. 2013
Ragazzo con il flauto - olio su tela. 2013
Asciolla disegno fusaggine
Asciolla disegno fusaggine
Sun & Bread - pastelli e pennarelli su carta
Sun & Bread - pastelli e pennarelli su carta
Stemma di Modigliana per gadget turistico, acrilici su cartoncino
Stemma di Modigliana per gadget turistico, acrilici su cartoncino
Rocca dei Conti Guidi, notturno. Olio su tela 50 x 70. 2016
Rocca dei Conti Guidi, notturno. Olio su tela 50 x 70. 2016
Strada del Trebbio, olio su tela 90 x 60. 2017
Strada del Trebbio, olio su tela 90 x 60. 2017
Alessandro Asciolla, olio su tela, 60 x 50. 2016
Alessandro Asciolla, olio su tela, 60 x 50. 2016
Borgo della Sorghina, olio su tela. 35 x 50. 2015
Borgo della Sorghina, olio su tela. 35 x 50. 2015
Carpa Koi hippy
Carpa Koi hippy
particolare dipinto olio - la cagnolina
particolare dipinto olio - la cagnolina
Violet snail, olio su legno telato. 2015
Violet snail, olio su legno telato. 2015
Pettirosso nella neve - olio su tela. 2013
Pettirosso nella neve - olio su tela. 2013
Gallo romagnolo, vignetta
Gallo romagnolo, vignetta
Ciottolo pettirosso - acrilici su sasso
Ciottolo pettirosso - acrilici su sasso
Farfalla - acrilici su piattino in legno
Farfalla - acrilici su piattino in legno
Farfalla - acrilici su piattino in legno
Farfalla - acrilici su piattino in legno
Vulcano, autoritratto interiore - olio su tela
Vulcano, autoritratto interiore - olio su tela
Bakunin dell'eclissi
Bakunin dell'eclissi
Bakunin dell'eclissi, seconda versione.
Bakunin dell'eclissi, seconda versione.
Nativa americana, carboncino su carta. 1994
Nativa americana, carboncino su carta. 1994
Rifaccia la Roccaccia - elaborato grafico
Rifaccia la Roccaccia - elaborato grafico
Ciottolo serpente - acrilici su sasso
Ciottolo serpente - acrilici su sasso
Ritratto di Bjork - matita su carta
Ritratto di Bjork - matita su carta
Bambina marocchina, 2002
Bambina marocchina, 2002
Ritratto di bambino con draghetti - pastelli su carta
Ritratto di bambino con draghetti - pastelli su carta
Ritratto di bambina - carboncino su carta
Ritratto di bambina - carboncino su carta
Ritratto di ragazzo - pastelli su carta
Ritratto di ragazzo - pastelli su carta
Ritratto di ragazza con i piercing, olio su tela. 2016
Ritratto di ragazza con i piercing, olio su tela. 2016
Paesaggio tropicale - olio su tela, particolare
Paesaggio tropicale - olio su tela, particolare
Natura morta con bilancia - olio su tela. 2015
Natura morta con bilancia - olio su tela. 2015
Natura morta contro panno decorato - olio su tela. 2002
Natura morta contro panno decorato - olio su tela. 2002
Marina bretone - olio su tela. 2008
Marina bretone - olio su tela. 2008